MotoGP, Rossi: “Suzuki non mi interessa, rimango in Yamaha. Ducati e’ stato un errore”

Ago 01, 2013

Nessun contratto con Suzuki“, Valentino Rossi allontana le voci che lo davano nel 2015 in sella alla Suzuki che ritornerà in GP. Il pilota ufficiale del team Yamaha Factory Racing,  ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti alla testata giornalistica tedesca Speedweek:

Suzuki è esclusa. Ma non per chissà quale motivo, semplicemente perchè ora preferisco rimanere in Yamaha, che mi trovo bene. Vorrebbe dire interrompere un percorso che sta dando i suoi frutti e non voglio. Ho sempre pensato che per un italiano la più grande emozione sarebbe vincere appunto con una moto italiana..così come Aprilia o Ducati. Però in Ducati non ascoltano i piloti e costruiscono le moto secondo le idee degli ingegneri e a me sta cosa non è mai andata bene. Non è il mio modo di lavorare. In sostanza prima di andare in Ducati, sapevo a cosa sarei andato incontro.

Rossi Ducati: é stato un errore

I PROBLEMI CON YAMAHA

3 anni fa dissi alla Yamaha che sarei andato via se avessero tenuto Lorenzo nel 2011. Loro gli prolungarono il contratto. Quindi per rispettare le mie parole dovetti andare via. Fu un altro errore. Perchè Yamaha aveva ragione, guardava al futuro e Lorenzo è stato, come ben sapete tutti, un grande acquisto. Ad anni di distanza ho compreso quindi le motivazioni della Yamaha e comunque credo che i miei due anni in Ducati mi siano serviti.

motogp-laguna-seca-2013-32

A capire che il mio team è Yamaha e molto sinceramente dico che mi trattano ancora meglio di anni fa. Per quanto mi riguarda, è questo il mio team.. e poi, ancora più importante, l’ M1 è la mia moto. Finchè sarò competitivo, finchè sarò in grado di combattere per il podio e per la vittoria, continuerò con Yamaha.

Commenti

Commenti

 
MotoGP

Lascia un commento