La Yamaha YZF-R1M

La Yamaha YZF-R1M Image

La Yamaha YZF-R1M

Per YZF intendiamo la gamma SuperSport della Yamaha, che grazie alla propria esperienza in pista ha potuto immettere sul mercato una vasta gamma di modelli per tutte le esigenze come la YZF-R125, la YZF-R3, la YZF-R6, la YZF-R1 e la YZF-R1M. Non ci soffermeremo sulle motorizzazioni inferiori ma sul gioiello di punta della casa dei tre diapason, la YZF-R1M 2018, che è sbarcata sul mercato nel mese di marzo 2018.

Insieme alla sorella minore – ma non inferiore per prestazioni o qualità – YZF-M1 celebra i 20 anni di successi della R-Series della Yamaha e lo fa in grande stile. L’ingegneristica e l’elettronica dietro questo impressionante mezzo lo rendono de facto una delle podiste presenti sul mercato. Sotto la scintillante carena troviamo un motore “crossplane”, 998 centimetri cubici di cilindrata che, con i suoi 200 cv (147,1 Kw) erogati a 13.500 giri al minuto lanciano i suoi 201 chilogrammi oltre i 300 Km/h, con una incredibile coppia di 112,4 Nm a 11.500 giri al minuto.

Disponibile solo in versione Silver Blue Carbon, le vere star di questo modello sono i sistemi che la rendono di una manovrabilità sorprendente: il sistema, disinseribile, denominato LCS ( Launch Control System) è stato rimodernato per aiutare il pilota in accelerazione e impennata, lasciando al pilota, in partenza, il solo compito di mollare la frizione e accelerare, lasciando il controllo dell’erogazione della potenza alla centralina elettronica programmabile: dodici sensori con impostazioni personalizzabili invece agiscono sull’ ammortizzazione per stabilizzare il movimento in curva; va segnalata poi la disponibilità dell’equipaggiamento del Communication Control Unit che permette il download di dati quali lap time, angoli di piega e visualizzazione del tracciato o i Track Mode e Street Mode, impostabili in base alla scelta dello pneumatico.

Autore | margherita Comments | Commenti disabilitati su La Yamaha YZF-R1M DATA | febbraio 11, 2018

categorie e tag